Taglio o Colore? Fate la vostra scelta 3 Aprile 2021 – Postato in: Colore, Cura dei Capelli

È una domanda semplice, per una risposta secca e senza fronzoli. Nel mondo della del Hair Beauty cos’è più importante? Taglio o Colore? Fate la vostra scelta!
Già immagino i professionisti del settore sobbalzare inorriditi al solo suono di queste parole, perché sì, si sa, il risultato finale soddisfacente, è imprescindibile dalla sinergia perfetta dei due servizi.
Ma tant’è! l’eterna diatriba tra stilisti e coloristi merita ufficialmente un vincitore finale.

VOI DA CHE PARTE STATE? TAGLIO O COLORE? FATE LA VOSTRA SCELTA

Ora, da colorista puro, non mi è difficile schierarmi.
Del resto il colore è luce, è movimento, è vibrazione, è esaltazione, è il riflesso di ciò che siamo, è comunicazione.
A questo punto uno stilista, che per natura è estroso, di forte personalità e magari un tantino orgoglioso, non esiterebbe un istante ad urlare: “Blasfemia! Non esiste un bel colore senza un taglio che lo valorizzi!”.
E come dargli torto, un taglio fatto bene esalta il colore rendendolo più emozionale, è indubbio! Certo è che se il taglio è orrendo, ma il colore è perfetto, possiamo quantomeno salvare il risultato finale, ma se il colore è errato, a macchie o barrato, non esiste taglio che possa rimediare.
“Orrore! Un taglio non solo migliora l’aspetto della persona, ma un vero stilista è in grado di nasconderne i difetti!”
Ok, ma se il buon taglio è accostato ad una colorazione che non rispetta l’armonia  con i colori dell’incarnato, degli occhi, del rossetto e di tutto ciò che accompagna la persona, non sarà certo col taglio che la potrai salvare dall’orrendo risultato finale.

A questo punto immagino che uno stilista farebbe leva sull’indispensabilità del suo ruolo perché “Il colore una se lo può fare pure a casa da sola, mentre è quasi impossibile ottenere un taglio decente con un “Fai da te”.
Anche questo aspetto è onestamente innegabile e le persone che si fanno il colore a casa sono tante e spesso (non sempre direi) anche con buoni risultati. Il discorso cambia parecchio se iniziamo però a parlare di Schiariture, Balayage, Shatush, Face freming, Ombrè, Degradè e potrei andare avanti fino a fine pagina.
Senza contare che il colore è un servizio che va fatto più spesso del taglio.
“Sì, ma il taglio devono farlo tutti, il colore no!”.

È IL MOMENTO DI TROVARE IL VINCITORE

Il confronto è acceso e trovare il trionfatore finale pare sia veramente impresa ardua.
Dobbiamo porci la domanda cruciale, definitiva, quella che risolverà il dilemma shakespiriano: Quanto influenza un taglio fatto male sul colore e viceversa.
In altre parole un taglio fatto di m..ale rende insoddisfacente anche il risultato del colore? E quanto un colore imperfetto toglie efficacia all’effetto finale del taglio?
Che i due servizi vadano a braccetto e si influenzino a vicenda è fuori da ogni dubbio, ma ognuno avrà la propria risposta.
Taglio o Colore? Fate la vostra scelta

IL TERZO INCOMODO

A essere completamente onesti esiste un aspetto, che senza ombra di dubbio, incide sul risultato finale più sia del taglio che del colore e non è affatto difficile da individuare.
Vi piace la pasta? Ovvio, a chi non piace. Ora fatevi un bel piatto di pasta, scegliete pure il tipo, la forma e poi coloratela con un bel sughetto, quello che più vi stuzzica.
Riesco a vedere i vostri capolavori invitanti e appetitosi. L’acquolina che sale, mentre avvicinate la forchetta fumante alla bocca. E… la pasta è cruda, o scotta o salatissima.

La realtà è che non esiste un bel taglio o un colore lucido e vibrante senza una chioma sana. Punto.

Il paradosso è che tutti lo sappiamo, noi professionisti in primis, ma chissà perché investiamo molto di più in servizi, che non saranno mai completamente soddisfacenti , finché la materia prima non sarà integra.
È ovvio che seguire il taglio alla moda, il trend colore del momento, le attrici, le modelle, è spesso più coinvolgente e gratificante, che non farsi un impacco di maschera. Ma ricordiamoci sempre, che dietro un lavoro impeccabile,  che tanto ammiriamo, non manca  mai un’attenzione spasmodica alla cura del capello.
Ad onor del vero, negli ultimi anni, l’attenzione al care è decisamente migliorata e sono sempre di più i professionisti  che pongono l’accento su questo aspetto.
Insomma, come si suol dire, tra i due litiganti il terzo se la gode.